Come guadagnare soldi: le 3 piramidi del successo

Guadagnare soldi è una delle cose più importanti nel mondo di oggi, soprattutto in una società che ti obbliga a comprare quello che ti serve (ahimè in pochi hanno il proprio orto).

Quanti milionari conosci che sono diventati ricchi investendo in conti deposito? Non ho niente da aggiungere. Robert Allen

Sono stato fuori Italia per qualche giorno, lontano dal rumore dei mercati soprattutto per analizzare il mercato dei fondi di Private Equity, questi fondi comprano aziende di proprietà di imprenditori, con l’obiettivo di massimizzare le potenzialità dell’azienda, per poi dopo 5-7 anni rimetterla nel mercato per venderla in plusvalenza o farla quotare sul mercato azionario attraverso un IPO.

Un esempio di come lavorano questi fondi è il caso di Moncler, un marchio che era in crisi che è stato rilevato da un gruppo di imprenditori e da alcuni fondi di private equity, che hanno rilanciato il marchio e dopo la quotazione il principale imprenditore ha guadagnato centinaia di milioni di euro con la collocazione di parte delle sue quote agli investitori finanziari.
Vendere la propria azienda ad altri (es. private equity) o al mercato (quotazione) è una delle tre piramidi che portano al successo finanziario. Prima di vedere le altre due piramidi ecco gli ultimi dati sulla ricchezza in Italia.
 Il 20% della popolazione ha il 61,6% della ricchezza
Secondo i dati OCSE il 20% della popolazione detiene il 61,6% della ricchezza nazionale, inoltre l’1% più ricco detiene il 14,3% degli asset (finanziari e non). Il restante 60% si deve accontentare del 17,4% della ricchezza nazionale.
Anche Warren Buffett questa settimana ha scritto sul Wall Street Journal delle disparità in aumento tra popolazione ricca e povera. Secondo Buffett nel 1982 nella classifica di Forbes dei 400 più ricchi d’America la ricchezza netta dei supericchi ammontava a 93 miliardi di $ oggi la ricchezza dei 400 più ricchi d’America è 2.400 miliardi di dollari.
 Questi dati ci dimostrano come il divario sia in forte aumento tra ricchi e poveri, tornando al nostro titoli iniziale, se analizziamo nello specifico da dove derivi la ricchezza dei più ricchi del mondo essa può essere raggruppata in tre piramidi, le tre piramidi del successo:
-) La piramide dell’imprenditorialità attraverso le aziende. Qui il successo arriva attraverso la fondazione di imprese di successo e la loro vendita ad altri soggetti o sul mercato delle IPO, esempi di successo sono i fondatori di Google e di Facebook che quotando in Borsa le loro aziende in una notte sono passati da essere benestanti con patrimoni di qualche milione a miliardari. Recentemente è diventato miliardario in un solo giorno il fondatore di Alibaba, il cinese Jack Ma.

Jack Ma il fondatore di Alibaba

-) La piramide degli investimenti finanziari. Questa piramide è stata scalata da investitori di successo come Warren Buffett (che ha iniziato ad investire con 100$), George Soros. (Se vuoi saperne di più su Warren Buffett puoi scaricare il mio ebook su Amazon; Antò questa è pubblicità occulta..)

Warren Buffett il più grande investitore vivente
-) La piramide degli investimenti immobiliari. Questa piramide è stata scalata in passato da imprenditori come Silvio Berlusconi in Italia e Donald Trump in America (Puoi scaricare qui un ebook scritto proprio da Trump in cui spiega come ragionare per costruire un business di successo). Oggi i nuovi supericchi dell’immobiliare arrivano dal continente Asiatico.

Donald Trump il più grande immobiliarista d’America
Su Internet ed in generale nei media sono spesso pubblicizzate idee e strategie che ti dicono che se acquisti questo specifico prodotto o partecipi a questo corso nel weekend puoi diventare ricco, sono tutti pseduo fallimenti, le uniche strategie che hanno permesso a persone nate nella normalità di arrivare nei primi posti della classifica di Forbes dei più ricchi del mondo, sono solo le tre piramidi del successo (Impresa, investimenti finanziari, investimenti immobilari).
Vuoi veramente quadagnare tanti soldi? Il tuo focus dov’è? Questa settimana fai un analisi sincera di come passi la tua settimana ed analizza quante ore passi a pianificare e/o a gestire attività delle tre piramidi. 


“Siamo formati dai nostri pensieri. Noi diventiamo quello che pensiamo”. Buddha
Buon investimento a tutti,

Antonio

Investimentolibero@gmail.com

Related Posts

Leave a reply