Borse in caduta, come navigare nella tempesta?

Cari amici, ben trovati su Investimento Libero,

andiamo subito al sodo:

Situazione al 30/06/2014

Performance da inizio anno:

FTSE MIB       +14,4%
CAC 40            +5,48%
DAX                +2,94%
FTSE 100        +2,06%
S&P 500          +7,12%
DOW JONES  +2,67%

Situazione oggi, rispetto ad inizio anno:

(Milano) FTSE MIB             -0,02%
(Parigi) CAC 40                   -4,5%
(Francoforte)DAX               -5,66%
(Londra) FTSE 100             -4,69%
(New York) S&P 500         +7,18%
(New York) DOW JONES +3,15%

Come si può vedere dal confronto rispetto a Giugno le borse europee sono crollate, una differenza di ben 14 punti % per Milano, 9 punti % per Parigi, 7 punti % per Francoforte, in generale le borse europee scontano il rallentamento dell’economia, rispetto all’America che riesce ad avere un trend di crescita.

Con le borse in calo diventa molto difficile avere una chiara strategia di posizionamento di settore e di mercati, a questo punto l’unico driver per un investitore intelligente diventa capire in cosa si sta investendo, come direbbe Warren Buffett:

 “Il prezzo è quello che paghi, ma è il valore quello che ottieni”
Come trovare aziende di qualità sulle quali investire?
Prendiamo un’azienda su cui ho investito, Vittoria Assicurazioni (VAS.MI),
Da Antonio Port: Vittoria
è un’assicurazione milanese di proprietà di una famiglia torinese, è
un’assicurazione che da 10 anni ha il fatturato in crescita e non ha avuto
perdite, ha profitti sempre in crescita, il vantaggio competitivo in un settore
così concorrenziale come le assicurazioni dov’è? Convenzioni, si loro sono
convenzionati con l’Arma dei Carabinieri, Associazione Nazionale Magistrati,
Corpo Forestale dello Stato, Vigili  del
Fuoco, Cral del ministero della Giustizia ecc.
Mentre scrivo la capitalizzazione del titolo è di 591,3 milioni di euro pari a 8,775 euro ad azione, il rendimento del titolo è stato da inizio anno del +2,68% e negli ultimi 12 mesi del +11,61%.
Vittoria Assicurazioni ha un margine operativo del 9,74% mentre le altre assicurazioni italiane quotate, hanno un margine inferiore:
Generali (G.MI)           4,65%
Cattolica (CASS.MI)   4,48%
Unipol Sai (US.MI)     6,11%
Di fatto Vittoria Assicurazioni riesce ad essere più profittevole rispetto alle concorrenti, sintomo di una maggiore fidelizzazione della clientela, infatti nelle assicurazioni, soprattutto nel ramo danni (RCA auto ecc.) posso cambiare ogni anno la compagnia di assicurazioni.
Se consideriamo i Ratios di valutazione delle assicurazioni possiamo mettere a confronto Vittoria e dimostrare che è in un’ottima situazione:
Vittoria ha il Loss Ratio e il Combined Ratio migliore delle assicurazioni italiane quotate ed un Expense Ratio addirittura migliore di Generali che è una delle principali assicurazioni europee (4° gruppo zona EU).
Vittoria Assicurazioni nel 2013 ha avuto un utile netto di 53,5 milioni di euro, se considerate che la sua capitalizzazione è di 593 milioni il suo P/E è di 10,14 punti, questo dimostra che potrebbe essere un’investimento ad alto rendimento nei prossimi anni.
Per Vittoria Assicurazioni i rischi futuri potrebbero derivare dalla sempre maggiore migrazione e quindi concorrenza verso le assicurazioni online, ma anche dal rischio Italia, infatti gran parte del suo patrimonio è investito in titolo di Stato.
Nel complesso considero Vittoria Assicurazioni un investimento che può dare grande valore nel futuro, in generale il mercato delle assicurazioni mi piace molto, in quanto, anche nel futuro avremmo bisogno di pagare un piccolo prezzo per coprire i nostri rischi e quindi per avere maggiore tranquillità.
 Buona settimana da Investimento Libero Blog

Related Posts

Leave a reply